Il premio è promosso da: Camera di Commercio di Roma
con la partecipazione di: Unioncamere
selezione italiana del: European Business Awards for the Environment
con il patrocinio di: Ministero dell’Ambiente    UNIDO
con la collaborazione di: Gruppo 24 Ore

Renner Italia – Uno stipendio in più contro la crisi

 

 

Premio Impresa Ambiente 2012: Giuseppe Tripaldi premia Renner Italia

Premio Impresa Ambiente 2012: Giuseppe Tripaldi premia Renner Italia

Uno “stipendio” in più contro la crisi: 2.000 euro a ogni dipendente

Uno stipendio in più contro la crisi”. La buona notizia ha dato il nome all’odierna assemblea dei dipendenti Renner Italia, multinazionale che produce vernici per il legno a Minerbio (Bologna).

Quest’anno, dunque, i 200 addetti dell’impresa riceveranno un bonus di 2.000 euro (importo lordo). Una vera e propria 15esima mensilità. Merito di due iniziative concordate dall’azienda con il sindacato Filctem-Cgil: “Il risparmio energetico in busta paga” e la distribuzione del 15% degli utili aziendali.

«Due idee con cui difendiamo il potere d’acquisto delle famiglie in un momento assai difficile del Paese. Due progetti alla cui realizzazione hanno contribuito tutti», ha commentato l’amministratore delegato Renner Italia, Lindo Aldrovandi.

Durante l’incontro di questa mattina,organizzato nel sito produttivo Renner Italia di Minerbio, Aldrovandi ha passato in rassegna i numeri di una realtà industriale in controtendenza.

Renner Italia ha chiuso il 2012 con un fatturato di 68,4 milioni di euro. Un balzo in avanti del +10,3% in un settore non certamente immune alla crisi dei mercati. Federchimica, nei primi nove mesi dell’anno passato, ha infatti fotografato una contrazione delle vendite pari al -10,2%.

Del resto, il comparto delle vernici per illegno è strettamente connesso all’edilizia, segmento in grave affanno.

La buona performance di Renner Italia ha visto l’export aziendale recitare la parte del leone: +28% rispetto al 2011. «Renner Italia in questo frangente rivolge particolare attenzione ai mercati oltreconfine. Nel 2012 abbiamo puntellato la squadra proprio in quell’ambito. Senza perdere d’occhio la ricerca e l’innovazione. Attualmente sono 40 i chimici di laboratorio. Su 200 dipendenti, il numero è significativo».

Nel 2013 Renner, che attualmente detiene il 9% dell’intero mercato italiano vernici per il legno, prevede una nuova crescita, sia in termini di fatturato (da 68,4 a 71,7 mln di euro), sia in termini diposti di lavoro (da 200 a 205). L’azienda dal 2004 (anno della fondazione) è sempre cresciuta e non sembra spaventata dalla congiuntura.

«Continueremo a investire - ha analizzato Aldrovandi -: nel 2013 altri 2,3 milioni di euro saranno destinati all’ampliamento degli stabilimenti, alla ricerca, all’assunzione di nuove leve e allacomunicazione. Quest’azienda è pensata per dare un futuro ai tanti, giovanissimi e meno giovani, che ogni giorno la animano».

Gli stessi che oggi plaudivano alla notizia dei 2.000 euro lordi in più che vedranno in due tranche: negli stipendi di febbraio e maggio.

L’importo deriva dalla divisione del 15% degli utili (1.950.000 €) e dal risparmio energetico che ognuno ha contribuito a realizzare con le buone pratiche anti spreco (-7,5% su un monte bolletta 2011 di 1,5 mln di euro).

«Quello di Renner Italia è una clamoroso esempio di come il dialogo con i dipendenti produca ottimi risultati», ha dichiarato Giacomo Stagni, segretario Filctem-Cgil Bologna.

Tiziana Ferrari, direttrice di Unindustria Bologna, ha rincarato: «Abbiamo bisogno di tante Renner Italia. Per fortuna ci sono ancora aziende che continuano ainvestire e a crescere».

Oggi è stata anche l’occasione per la consegna del Premio Impresa Ambiente assegnato lo scorso dicembre a Renner da Ministero dell’Ambiente e Asset – Camera di Commercio di Roma.

Giuseppe Tripaldi, direttore operativo di Asset, ha spiegato: «È un riconoscimento che va alla visione strategica e al sistema di gestione Renner Italia, in grado di assicurare un miglioramento continuo e un costante contributo allo sviluppo sostenibile. Grazie al primo posto conseguito su 190 partecipanti, Renner Italia è stata iscritta di diritto agli European Business Awards for the Environment promosso dalla direzione generale ambiente della Commissione Europea dal 1987, per riconoscere e promuovere le imprese che contribuiscono allo sviluppo sostenibile».

Chiusura per il sindaco di Minerbio, Lorenzo Minganti che ha sottolineato l’importanza di avere aziende come Renner Italia a supporto del territorio.

I commenti sono chiusi.